• Accreditato da

Presentazione

Fino a non molti anni fa parlando del Corpo Vitreo e delle sue alterazioni in molti casi si faceva quasi
esclusivamente riferimento al suo impatto sulla funzione visiva legato alla comparsa delle miodesopsie, non
comprendendo ancora in fondo il ruolo fisiologico fondamentale che esso svolge per la salute dell’intero
occhio. L’avanzare della conoscenza della struttura anatomica e biochimica del corpo vitreo e delle sue strette
interrelazioni con i tessuti oculari che lo circondano è stata fondamentale.
In particolare oggi è noto che la specifica composizione delle fibre proteiche strutturali ed il loro rapporto con
lo ialuronato di sodio, svolge un ruolo fondamentale nella stabilizzazione del corpo vitreo e nel mantenimento
della sua integrità morfologica e che l’alterazione di questo complesso, modificando la corretta distribuzione di
vitamine, ioni e nutrienti, può partecipare in maniera determinante alla patogenesi di alcune malattie oculari.
Le conseguenze più note della alterazione della struttura del corpo vitreo sono naturalmente il distacco di
vitreo, il ben più grave distacco retinico, e le ormai ben conosciute sindromi dell’interfacie vitreoretinica, quali
le membrane epiretiniche e i fori maculari.
Non va dimenticato inoltre che tali alterazioni possono favorire o esacerbare altre patologie oculari soprattutto
legate a strutture con cui il vitro ha stretti rapporti di tipo metabolico, come ad esempio il cristallino.
Affrontare l’argomento Vitreo è quindi molto complesso come sono complesse le interrelazioni fisiologiche di
questa struttura con i tessuti che lo circondano, in ragione di ciò il pregio di questo corso è quello di affrontare
tale argomento con una prospettiva nuova ed organica.

Dott. Rizzo Stanislao

Programma

Anatomia e fisiologia del vitro e dell’interfaccia vitreo-retinica
Vitreopatie primitive: una prospettiva evoluzionistica per gettare le basi di interventi
farmacoterapeutici innovativi
Le patologie dell’interfaccia vitreo-retinica maculare
Maculopatia trazionale miopica
Le degenerazioni vitreo-retiniche periferiche
Il distacco di retina regmatogeno e retinoschisi
Imaging dell’interfaccia vitreo retinica
Terapie non chirurgiche delle maculopatie

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Mezzi tecnologici necessari

• Pc con sistema operativo Windows (windows xp o superiore)

• Mac (OS 10 o superiore)

• Linux

• Connessione Internet (preferibilmente ADSL)

• Amplificatore audio con altoparlanti

• I più recenti browser web (es.: Internet explorer 7 o superiore, Firefox, Chrome ecc…)

• Plugin Flash installato

• Plugin Adobe reader installato

Procedure di valutazione

Questionario di 60. quiz a risposta multipla (4 opzioni di risposta) di cui solo 1 corretta. La prova sarà ritenuta superata se le risposte corrette saranno almeno il 75% dei quesiti proposti (=>45).

Prerequisiti cognitivi

Concetti base di Oftalmologia

Descrizione modulo formativo

Serie di PDF

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Allergologia ed immunologia clinica
  • Chirurgia Generale
  • Chirurgia Maxillo-facciale
  • Chirurgia plastica e ricostruttiva
  • Medicina dello sport
  • Medicina di comunita'
  • Oftalmologia
  • Oncologia
  • Pediatria
  • Pediatria (pediatri di libera scelta)
  • Psichiatria

Farmacista

  • Farmacia Ospedaliera
  • Farmacia territoriale

Infermiere

  • Infermiere

Infermiere pediatrico

  • Infermiere pediatrico

Ortottista/Assistente di oftalmologia

  • Ortottista/Assistente di oftalmologia
leggi tutto leggi meno

Promozioni attive

  • congresso SISO
    staros