• Accreditato da

Presentazione

La Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (ICF-WHO) fornisce una base scientifica per la comprensione e lo studio della salute come interazione tra individuo e contesto, costituisce un linguaggio comune per la descrizione della salute e delle condizioni ad essa correlate, allo scopo di migliorare la comunicazione fra operatori sanitari, ricercatori, pianificatori, amministratori pubblici e popolazione, incluse le persone con disabilità. Inoltre permette il confronto fra dati raccolti in Paesi, discipline sanitarie, servizi e momenti diversi e fornisce una modalità sistematica per codificare le informazioni nei sistemi informativi sanitari.

Il corso prevede due sessioni dedicate alla valutazione funzionale visiva in quadri neuroftalmologici specifici per l’età evolutiva e adulta: oltre agli esperti del Chiossone e del Polo Nazionale Ipovisione interverranno relatori provenienti da centri di eccellenza

Un'altra sessione è dedicata alla metodologia di classificazione ICF, alla presentazione dei protocolli specifici per le disabilità visive, con discussione di casi clinici e buone prassi per la riabilitazione in età evolutiva ed adulta.

Un'altra dedicata all’anziano disabile

Programma

  • Sviluppo della funzione visiva in età evolutiva (P.E. Bianchi, Clinica oculistica, Pavia)
  • La presa in carico precoce del bambino disabile visivo: il modello dell’Istituto Chiossone (M.E. Mirabelli Badenier, Ist. David Chiossone, Genova)
  • I disturbi visuo-cognitivi nelle PCI (F. Tinelli, IRCCS Stella Maris - Pisa)
  • La valutazione visiva nelle cerebro-lesioni acquisite (G. Giammari, IRCCS La Nostra Famiglia - Bosisio Parini)
  • Strategie e strumenti per promuovere la funzione visiva nei bambini con disturbi del neuro-sviluppo (S. Signorini, Mondino - Pavia)
  • La valutazione funzionale, la riabilitazione del paziente disabile visivo adulto nell’esperienza dell’Ist. Chiossone (E. Capris, Ist. David Chiossone, Genova)
  • La valutazione funzionale, la riabilitazione del paziente disabile visivo adulto nell’esperienza del Polo Naz. Ipovisione (P. Turco – Polo Naz. Ipovisione Roma)
  • Il sistema di classificazione I.C.F. nella pratica clinica (G. Fusaro, NPI ASL Biella)
  • La metodologia seguita per la classificazione ICF dei protocolli di riabilitazione dell’Istituto Chiossone (C. Gilio – De Angelis Ist. David Chiossone, Genova)
  • I Protocolli per la disabilità visiva in età evolutiva ed età adulta dell’Istituto Chiossone (E. Cocchi, E. Capris, Ist. David Chiossone, Genova)
  • Caso clinico n. 1: Bambino pluridisabile con disabilità visiva associata (M. Petrianni – Polo Naz. Ipovisione Roma)
  • Caso clinico n. 2: Adulto con ipovisione (P. Piscopo – Polo Naz. Ipovisione Roma)
  • Caso clinico n. 3: Bambino con cecità congenita (P. Campana – Ist. David Chiossone, Genova)
  • Caso clinico n. 4: Adulto con cecità acquisita (T. Violin – Ist. David Chiossone, Genova)
  • Processi di invecchiamento trasformazione sociale e impatto nel sistema di Welfare
  • Epidemiologia delle patologie senili
  • Le patologie che generano disabilità visive in età senile
  • Epidemiologia delle patologie visive in età senile
  • Patologie sensoriali e cognitive in età senile
  • Disturbi visivi nei malati di Alzheimer
  • Prospettive e politiche per i servizi per gli anziani con disabilità visive
  • Gli Istituti per i ciechi in Italia: risultati di una indagine della Federazione Italiana Ciechi
  • Problematiche psicologiche dell’anziano disabile visivo
  • Importanza dell’intervento di riabilitazione visiva nella terza età
  • Gli interventi riabilitativi individuali e di gruppo in terza età
  • Il sistema di valutazione dell’autosufficienza in fase di ingresso in struttura
  • Interventi dei servizi sociali
  • Le figure professionali e la formazione
  • Caratteristiche strutturali e dotazioni strumentali delle residenze
  • Indicazioni operative nella relazione con l’anziano disabile visivo
  • Servizi di animazione e socializzazione

Informazioni

Obiettivo formativo

2 - Linee guida - Protocolli - Procedure

Mezzi tecnologici necessari

• Pc con sistema operativo Windows (windows xp o superiore)

• Mac (OS 10 o superiore)

• Linux

• Connessione Internet (preferibilmente ADSL)

• Amplificatore audio con altoparlanti

• I più recenti browser web (es.: Internet explorer 7 o superiore, Firefox, Chrome ecc…)

• Plugin Flash installato

• Plugin Adobe reader installato

Procedure di valutazione

Questionario di 45. quiz a risposta multipla (4 opzioni di risposta) di cui solo 1 corretta. La prova sarà ritenuta superata se le risposte corrette saranno almeno il 75% dei quesiti proposti.

Prerequisiti cognitivi

CONCETTI BASI DI OFTALMOLOGIA

Descrizione modulo formativo

SERIE DI VIDEO E PDF 

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Neuropsichiatria infantile
  • Oftalmologia
  • Pediatria
  • Pediatria (pediatri di libera scelta)
  • Psicoterapia

Psicologo

  • Psicologia
  • Psicoterapia

Fisioterapista

  • Fisioterapista

Educatore professionale

  • Educatore professionale

Infermiere

  • Infermiere

Infermiere pediatrico

  • Infermiere pediatrico

Logopedista

  • Logopedista

Ortottista/Assistente di oftalmologia

  • Ortottista/Assistente di oftalmologia

Terapista della neuro e psicomot. dell'eta ev.

  • Terapista della neuro e psicomot. dell'eta ev.
leggi tutto leggi meno